YouTube cambierà le API: e quindi?

Da stamattina sta girando la notizia che Google cambierà le API (il codice che gli sviluppatori usano per fare client non ufficiali o per integrare determinate funzioni nelle loro applicazioni, se così si può dire) relative a YouTube.

Leggi di più

Windows 10: supporto HCE (“Tap to Pay”) e ad altre funzionalità NFC

Tap to Pay” sta per approdare sui nostri smartphone con l’aggiornamento a Windows 10. La notizia giunge sempre dalla recente conferenza WinHEC, tenutasi in Cina e anche questa volta ad essere sotto i riflettori è una feature che a molti di noi farebbe comodo.

Si tratta di una modalità di pagamento che sta diventando sempre più diffusa nel mondo: consente di effettuare pagamenti contacless semplicemente sfruttando la funzionalità NFC dei nostri device.

Ciò che risulta essere una novità è che il nuovo sistema di pagamento supportato da Windows 10 non sarà dipendente dai carrier e dai chip di sicurezza, poiché avrà il supporto all’HCE (Host Card Emulation). Ciò ci permetterà di utilizzare il nostro smartphone NFC come mezzo di pagamento tramite POS senza dover ricorrere ad app specifiche (come “Vodafone Wallet”, assente su Windows Phone, ma comunque poco performante su Android) o a SIM particolari: pare infatti che Microsoft abbia già stretto accordi per abilitare questa feature con diversi dei principali circuiti di pagamento (VISA, MasterCard, AMEX).

Windows 10 aggiungerà inoltre alla nostra connettività NFC la possibilità di essere utilizzata per l’accoppiamento tramite “Tap to Pair” con un device Wi-Fi Direct (ad esempio con i dongle Miracast). Infine, sarà introdotto il supporto ad API che consentiranno ad app di terze parti di intervenire sui toggle di diverse impostazioni come Wi-Fi e Bluetooth.

Feature utili e interessanti, no?

FONTE: NPU

Microsoft rilascia nuove API di OneDrive per tutte le piattaforme

OneDrive è una realtà sempre più solida e importante per Microsoft. Al di là delle promozioni di Bing e di Dropbox per farci assaggiare le sue potenzialità in modo più consistente e della rinnovata offerta con l’inclusione di Office 365 nel costo mensile, l’azienda continua a potenziarla fornendo nuovi strumenti di interazione e mantenendo l’anima “multipattaforma” che caratterizza il suo servizio cloud.

Leggi di più